Come Vincere Alle Scommesse: Guida

0
432

Vincere alle scommesse richiede impegno, pazienza, e un certo metodo. Per diventare dei professionisti occorre seguire dei consigli di un vero esperto, come ad esempio Antony Botiglieri. Egli ha scritto anche un manuale, “Vivere di Betting”, dove sono contenute tutte le informazioni utili per aumentare le probabilità di vittoria.

Vincere alle scommesse implica delle regole da tenere a mente, ma anche un certo studio preliminare da fare. Per chi si trova alle prime armi, inizialmente potrebbe non essere facile capire il meccanismo, ma con il tempo imparerà a sviluppare un metodo preciso. Mai lasciarsi trasportare dalle distrazioni, gestire bene il proprio capitale, scommettere online e non con le agenzie, sono solo alcune delle dritte da poter seguire.

Come vincere alle scommesse: Gli studi preliminari delle partite

Molte persone credono che vincere alle scommesse sia dovuto alla fortuna o al caso, ma non c’è errore più grande che credere proprio in questa sbagliata affermazione. La probabilità di vittoria nel betting viene aumentata solo grazie a veri e propri calcoli matematici e statistici.

Chi riesce a sviluppare un buon metodo e vince spesso, lo fa perché ha accumulato diversi anni di esperienza e diversi mesi o anni di studio. Quella delle scommesse sportive infatti è una vera e propria “scienza”. Uno dei primi consigli che devono essere seguiti per riuscire a vincere, è prima di tutto capire che il betting si basa su studi, dati, calcoli.

Addirittura ci sono esperti che stanno mesi a studiare alcune statistiche relative all’andamento dei risultati di alcune partite. Questo, che sia chiaro, non significa che si deve essere dei matematici per vincere alle scommesse. Piuttosto, significa solo che serve prima di tutto testa, e anche una certa preparazione dietro. Non basa scommettere, ma lo si deve fare seguendo ragionamenti precisi.

Si deve avere un buon motivo per scommettere su una determinata partita, e uno tra questi è proprio il fatto di aver captato un buon pronostico su quel determinato evento. Insomma, se si scommettesse a caso, le probabilità di vittoria sarebbero davvero bassissime.

Come vincere alle scommesse: Affidarsi ad un professionista

Prima di iniziare a scommettere, sia se si è inesperti, sia se ancora non si è diventati dei professionisti, ci si deve affidare a dei veri esperti del settore. Attenzione a non confondere questi ultimi con le prime persone che si spacciano per tali, e che in realtà sono solo dei truffatori. Si deve sempre ricordare prima di tutto che un vero professionista può dimostrare i suoi risultati e non va mai a cercare i clienti. Sono loro infatti, che cercano lui, dato che conoscono il suo nome per fama, per sentito dire, perché lo hanno letto dappertutto, perché amici e parenti ne parlano.

Uno dei professionisti con la “P” maiuscola è Antony Bottiglieri, che ha fondato anche una sua azienda chiamata “BetSystem”, che si occupa di consulenza che aiuta gli altri a vincere alle scommesse. Non solo: grazie alla sua esperienza, è riuscito persino a diventare un account VIP di BetFair. Se queste informazioni sono giudicate insufficienti da qualche lettore, allora se ne può aggiungere un’altra. Come ha dichiarato lui stesso nel 2018, ha chiuso due anni consecutivi con un fatturato di 100 mila euro all’anno grazie all’azienda da lui fondata.

Affidarsi ad un esperto come lui significa riuscire realmente ad imparare quali sono i metodi per riuscire a vincere alle scommesse. Questo ovviamente non significa che non appena si capirà il metodo, automaticamente si diventa ricchi. Vivere di scommesse oggi non è facile e riesce ad ottenere cifre elevate solo colui che ha veramente tanta esperienza in campo. Nonostante le possibili difficoltà, ciò non toglie che con i consigli di Antony Bottiglieri, si può riuscire a diventare dei professionisti.

Per vincere alle scommesse, si può anche acquistare “Vivere di Betting”, che è il manuale scritto da Bottiglieri, dove sono contenuti tutti i consigli utili per aumentare la probabilità di vittoria. Il manuale è completo e all’interno si trovano diverse tematiche che cancelleranno ogni possibile dubbio che il lettore può avere sulle scommesse.

Vivere-di-Betting-Libro

Come vincere alle scommesse: Non scommettere in multipla

Tra le varie indicazioni che si possono seguire per aumentare la probabilità di vittoria, c’è quella di giocare solo in singola, e non in multipla. Perché per quest’ultimo tipo di scommessa c’è diffidenza? Perché con la multipla c’è un rischio molto più alto di non fare profitto, dato che è presente un vero e proprio svantaggio matematico. Con la singola invece, si hanno molte più possibilità di vittoria. Ovviamente questa si riuscirà ad ottenere anche in base ad altri fattori, come ad esempio buona gestione del proprio denaro.

Come vincere alle scommesse: Il capitale

Fermo restando che si può diventare professionisti anche partendo da cifre basse, va però fatta una precisazione. Più la cifra è bassa, e più ci vorrà tempo a vedere dei risultati. Se invece si parte da un capitale abbastanza alto, la possibilità di arrivare a vittorie elevate aumenta.

Seguendo i consigli di Antony Bottiglieri, tutti i clienti che ha visto iniziare a scommettere con cifre basse, come poche centinaia di euro, da soli, cioè senza i suoi consigli, inizialmente avevano difficoltà. Una volta poi che hanno seguito le sue indicazioni, sono riusciti ad apprendere un metodo valido, e a guadagnare anche 1000 euro al mese.

Rimane il fatto però che chi è partito da cifre basse, ha dovuto faticare di più di altri. Attenzione a non fraintendere queste parole: questo non significa che si debba partire da cifre elevatissime e scommettere il più possibile, a caso e senza uno studio preliminare. Ovviamente la vittoria sarà dettata sempre anche dal modo in cui si scommette. La cifra elevata aiuta ad accelerare i tempi di vittoria, ma si deve tener conto anche di tantissimi altri fattori.

Ovviamente c’è anche chi non riesce a vincere nonostante si faccia affiancare da professionisti, ma questo solo per demeriti propri, e perché mollano alla prima difficoltà. Il Betting è come qualsiasi settore, ha alti e bassi, lo stesso Bottiglieri nel 2017 ha avuto un mese terribile dove ha perso il 40% del capitale, che poi ha recuperato.

Come vincere alle scommesse: Il metodo

Attenzione all’espressione “metodo sicuro”, perché spesso viene fraintesa. Ovviamente per diventare dei professionisti e vincere realmente alle scommesse, serve un metodo, sì, ma non esistono strategia sempre sicure al 100%. Si deve ricordare infatti che c’è sempre un margine di rischio, una probabilità di perdita. Piuttosto, l’ideale per poter ottenere una vittoria sarebbe quello di individuare partite che il bookmakers paga bene, più del previsto. Come si fa a capire però come finirà una partita sulla quale si scommette? Esistono anche dei software, come quelli che Bottiglieri mette a disposizione dei propri clienti.

Come vincere alle scommesse: Solo online

Un vero professionista deve scommettere online, e non in agenzia. Questa è la prima regola da seguire. In realtà, dovrebbe farlo anche chi ha l’obiettivo di accumulare vittorie, ma si trova alle prime armi. Quello che occorre vedere per poter veramente vivere di Betting o almeno provarci, sono le quote dei bookmakers, online. Attenzione anche ai siti sui quali si scommette: non tutti vanno bene, e l’ideale sarebbe sempre seguire quelli consigliati da un professionista.

Come vincere alle scommesse: Niente sentimenti

“Niente sentimenti” significa niente distrazioni, niente depressioni se si perde, niente esagerazioni, ma solo tantissima concentrazione. Mai lasciarsi sopraffare dalla tristezza di una perdita, ma mai neanche dal gioco. Quest’ultimo non deve diventare né un vizio né una malattia, ma solo un mezzo utilizzato in modo sano, per accumulare somme di denaro. Insomma, quando si scommette o si studiano i dati matematici e statistici per cercare di capire il pronostico, non ci si deve lasciar distrarre da nient’altro. Anche la pazienza è un buon metodo per vincere: questa riesce a calmare le possibili sfuriate di rabbia, di tristezza, e qualsiasi esagerazione sentimentale che poi può andare a nuocere sul risultato.

L’errore nel quale si deve cercare di non cadere mai è quello di arrabbiarsi, e per sfogo scommettere cifre elevate a casaccio. Questo è un comportamento sbagliatissimo, che rischia solo di ledere inutilmente le proprie finanze. Insomma, mai cercare di recuperare le perdite, soprattutto se in questo modo. Altro fattore importantissimo è mai farsi prendere dalla smania: Antony Bottiglieri si raccomanda sempre di non cadere nella dipendenza e nella ludopatia. In quel caso, significherebbe soltanto lasciarsi trasportare da un comportamento totalmente sbagliato, che proprio non deve essere seguito. Il Betting deve sempre essere svolto senza esagerazioni, e anche in modo onesto.

Come vincere alle scommesse: Altri consigli utili

Mai giocare d’azzardo: anche questa regola fa parte delle “cose da non fare” ed è fondamentale. I grandi esperti, come Antony Bottiglieri, raccomandano di lasciare sempre uno stake del 1/2% circa in rapporto alla cifra che si possiede. Un altro consiglio molto utile è mai inserire un numero eccessivo di eventi all’interno di una giocata. Secondo il parere dei professionisti, l’ideale sarebbe non superare il massimo di tre partite per giocata. In poche parole, più si esagera con il numero di eventi, e più le probabilità di vincita calano.

Come vincere alle scommesse: La totalità dei fattori

Vincere alle scommesse non significa dover seguire solo uno di tutti i consigli che sono stati citati, ma seguirli tutti. Questo significa che solo la loro totalità potrà determinare una buona probabilità di vittoria. Ricordarsi anche che la cosa fondamentale è seguire esclusivamente i pareri e le dritte di chi è riuscito veramente a sfondare nel Betting, come Antony Bottiglieri. Egli e la sua azienda sono in grado di consigliare al meglio qualsiasi persona richiederà il loro aiuto.

Vincere alle scommesse sportive a rischio zero

Qualcuno è convinto che sia possibile vincere alle scommesse sportive a rischio zero, ma quel qualcuno si sbaglia. Teoricamente i sistemi esisterebbero pure, ma sono tutti molto limitati e nessun professionista li utilizza. Tutti i professionisti del Betting utilizzano partite che ritengono essere sottovalutate dai bookmaker, e non sistemi sofisticati per aggirarli.

Anche rivolgendosi a grandi professionisti, i risultati non sono garantiti e mai potranno esserlo, così come gli investimenti in qualsiasi altro settore. Chiunque dica il contrario è un ciarlatano, o peggio ancora, un truffatore.

Come vincere alle scommesse virtuali?

Le scommesse virtuali sono come il Lotto, sono tarate per essere matematicamente perdenti. Ciò sta a significare che qualsiasi metodo o strumento si utilizzi alla lunga si sarà sempre perdenti. Basti ricordare che ogni 100,00€ che vengono scommessi nelle scommesse virtuali, solo una parte viene distribuita sui vari esiti, il resto lo intascano i bookmaker. Il Betting è uno skill game, mentre le scommesse virtuali sono solo un gioco d’azzardo.

LEAVE A REPLY